€ 0 a € 15.000.000

Abbiamo trovato 0 risultati. Tutti i risultati >
I tuoi risultati di ricerca

Malanie Cauchon Titolare di My Cape Cod Realty

Pubblicato da Filippo Meani sopra 7 Maggio 2020
0

 

Melanie Cauchon è titolare dell’omonima agenzia immobiliare a Cape Code in Massachusetts; il suo mercato  e  le proprietà immobiliari che gestisce sono per clienti che cercano la seconda casa sia  americani che  stranieri .

Ci siamo conosciute durante una convention a Las Vegas, e siamo sempre rimaste in contatto.

http://www.melaniecauchon.com/

Puoi contattare Melanie via e email Mélanie@mycapecodrealty.com

Se sei curioso leggi come Melanie sta lavorando nella sua cittadina

• Mel come era il mercato immobiliare a Cape Cod prima di marzo 2020?

Il mercato di Cape Cod era molto buono prima della pandemia. I valori degli immobili aumentavano ogni mese soprattutto per le proprietà immobiliari nuove o rinnovate.
C’era scarsità di offerta che ha portato a un incremento dei prezzi.

• Mel anche la tua città ha subito il lockdown?

Il governatore del nostro stato (Massachusetts) ha ordinato un blocco dal 17 marzo. Solo le attività essenziali sono rimaste aperti ma con regole rigorose.
I broker immobiliari sono autorizzati a mostrare le proprietà, ma con regole di distanza.
Fino a questa settimana il Governatore non aveva reso obbligatorio l’uso della mascherina in pubblico, ma la mia azienda, Melanie Cauchon Real Estate, ha richiesto a tutti i dipendenti di indossare maschere e guanti per qualsiasi appuntamento.
Disponiamo di salviettine disinfettanti e disinfettiamo qualsiasi cosa venga toccata a partire della maniglia della porta.
Ovviamente anche i tour virtuali sono utilizzati.

•Mel come pensi si possa lavorare in questo periodo?

Dobbiamo continuare a lavorare e fare tutto ciò che facciamo di solito, ma ho la sensazione che ciò richieda più tempo e più lavoro

•Mel hai fatto acquisizioni o hai venduto proprietà immobiliari durante il periodo di quarantena ? 

Da quando è iniziato il blocco, siamo stati in grado di chiudere tutte le trattative di tutti gli immobili che avevamo proposto prima del Covid. La chiusura dei contratti si è svolta a distanza via remoto e le relative registrazioni sono state eseguite elettronicamente.
Stiamo ancora prendendo nuovi mandati di vendita. Alcuni dei nostri clienti preferiscono attendere un po’ prima di vendere o iniziare a proporre le proprietà senza mostrarle di persona fino al termine del blocco.
Mostriamo principalmente case vuote, perché, per quanto riguarda quelle occupate, la maggior parte dei proprietari vuole aspettare fino alla fine del blocco.
Ma noi prendiamo comunque l’incarico e facciamo marketing virtuale.
La nostra associazione immobiliare professionale ha creato un’iniziativa chiamata “PRESTO DISPONIBILI” per proporre gli immobili nell’attesa che vi si possa accedere di persona.
Ad alcuni acquirenti che temporaneamente non lavorano a causa del Covid, è stato detto che devono aspettare di il rientro al lavoro prima che la banca proceda con l’erogare il mutuo che era stato approvato prima del blocco.
Anche per questo fatto tutto richiede più tempo di prima.

• Mel hai utilizzato strumenti digitali in questo periodo?

Siamo stati fortunati, il nostro team Melanie Cauchon Real Estate utilizzava già diversi strumenti innovativi prima del COVID.
Considerato che il nostro mercato è fatto soprattutto da acquirenti di seconde case che provengono da tutti gli Stati Uniti e da tutto il mondo, per noi era normale a mandare privatamente ai nostri clienti filmati e tour virtuali delle proprietà per differenziarci dalla concorrenza.
Così hanno potuto visitare le case dal vivo con noi, rimanendo a casa loro. Abbiamo utilizzato SKYPE, WhatsApp, Facebook Live, FaceTime, Zoom e tutti quegli strumenti che preferibili dai nostri clienti.
E per una migliore esperienza di acquisto, non gli mostriamo solo la casa , ma anche quartieri, spiagge, campi da golf, centro, porti turistici, ecc e in generale tutti i servizi che sono di interesse per i nostri clienti e possono dare loro la possibilità di vedere virtualmente la bellezza di Cape Cod, nell’attesa di poterla visitare di persona.
Quindi durante il COVID abbiamo continuato con le presentazioni virtuali e lo facciamo tuttora anche con i clienti locali.

• Mel secondo il tuo parere è possibile vendere proprietà immobiliari senza che il proprietario veda di persona l’immobile?

La maggior parte degli acquirenti sicuramente vorrà visitare la casa di persona. Ma anche prima del lock down, avevamo già venduto alcune proprietà “non viste dal vivo” utilizzando video tour virtuali.
È raro, ma può succedere.
Ora stiamo scoprendo che gli acquirenti guardano il maggior numero possibile di tour virtuali e vedono meno case di persona prima di fare un’offerta.
Le recenti statistiche locali di Cape Cod mostrano che prima gli acquirenti visitavano in media 9 o 10 case prima di fare un’offerta e ora, in media, ne visitano solo 3 di persona prima di fare una proposta, ma magari prima ne hanno viste altre 10 visite virtuali?

Mel cosa pensi del mercato immobiliare dopo covid?

A causa della forza del nostro mercato di Cape Cod prima del Covid, i prezzi sono rimasti stabili. L’offerta di case in vendita è diminuita perchè molte persone preferiscono aspettare di vendere.
Alcuni hanno persino rimosso temporaneamente le loro case dal mercato.
Fortunatamente disponiamo di strumenti per vedere quante persone visualizzano le nostre proprietà online. Il numero di visualizzazioni online è aumentato incredibilmente da quando è iniziato il lockdown.
Riteniamo che potrebbe esserci un aumento degli acquirenti nel nostro mercato quando, finalmente, tutto riaprirà.
Molti acquirenti che erano alla ricerca e pronti ad acquistare prima del Covid, stanno ancora aspettando che altre case vengano messe sul mercato, prima di comprare. Penso che alla corrente lista di acquirenti in stand-by se ne aggiungeranno di nuovi il che farà aumentare la domanda.

• Pensi che le persone cercheranno proprietà immobiliari con criteri diversi?

Penso che più persone vorranno uno spazio home office sia nella loro casa principale che in quella secondaria. Le famiglie con bambini hanno sempre preferito case con una sala giochi separata dal soggiorno e questo diventerà sicuramente ancora più importante.
Credo che aree come Cape Cod caratterizzate da proprietà con giardini più grandi, con più spazi riservati e più sicure, saranno più ricercate da coloro che vogliono fuggire dalle grandi città.

Grazie Mel spero di venire presto a Cape Cod

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Confronto immobili